D’altronde, cosa non consentiva al tempo la musica? E cosa non transitò per la musica, nel corso di quegli anni? Oggi gli over 50 – in prima battuta – negano, rimuovono, fanno finta di niente. Per proteggere il loro frigido, precario disincanto dalle memorie di una stagione di illusioni. Per non apparire oltremodo ridicoli di fronte a figli già sufficientemente infastiditi da una generazione schiacciata dalla nostalgia. Ma basta provocarli un attimo, far risuonare un motivo, un ricordo, un aneddoto, per rimetterli in vita.